Tesi header image

MACAM

Il MACAM, Museo d’Arte Contemporanea all’Aperto di Maglione nasce nel 1985, come associazione senza fini di lucro, grazie all’idea del regista e scrittore Maurizio Corgnati (1917- 1992) di promuovere e diffondere il suo amore per l’arte contemporanea.
Maglione, infatti, non è solamente un piccolo paese agricolo di soli 500 abitanti della provincia di Torino; è soprattutto “un paese per gli artisti”, dove le facciate delle case ospitano dipinti, affreschi, installazioni e le sculture sono poste nelle piazze, nei parchi. Fino ad oggi sono state realizzate 171 opere di artisti contemporanei di fama nazionale ed internazionale.
L’iniziativa è stata avviata, come per gioco, con un primo gruppo di artisti per lo più di area piemontese (fa questi Lucio Bulgarelli, Giacomo Soffiantino, Francesco Tabusso, Silvano Gilardi), amici di Maurizio Corgnati, che realizzarono i primi 12 affreschi sui muri del Paese. Successivamente con l’aumentare degli interventi artistici nel paese, iniziarono anche le problematiche tipiche di un vero e proprio museo tradizionale. Per esempio i criteri di scelta e di selezione degli artisti, da parte di Maurizio, anche se molto aperti e senza preclusioni di tendenze, hanno sempre tenuto presente il livello qualitativo dell’artista . Ovviamente, il soggetto dell’opera e la tecnica di realizzazione di baserà sul buon senso dell’artista; un lavoro molto piccolo sarebbe praticamente invisibile posto nei vicoli che compongono il paese e un lavoro con materiali troppo fragili non potrebbe resistere alle intemperie per lungo tempo.
Il Museo all’Aperto di Maglione, non ha mai volutamente creato un progetto per la conservazione delle opere, infatti esse si modificano o addirittura si distruggono, ciascuna a seconda del proprio tempo interno, della posizione in cui si trova e i materiali che la compongono . Il Macam di Maglione, vuole rappresentare senza alcuna ambizione nel suo piccolo, la complessità del mondo dell’arte, sottraendolo al mercato. Il suo fondatore l’ha concepito come qualcosa d’altro, di mobile, leggero, aderente al paesaggio e al luogo .
È importante inoltre ricordare che ogni opera del Macam, in tutti questi anni, è stata realizzata o assemblata in loco e gratuitamente. L’artista invitato dal museo, ha la possibilità di scegliere la collocazione del proprio lavoro, confrontandosi in ogni caso con un ambiente sicuramente non comune.
Nel 1986, Piero GILARDI realizza in un giardinetto, omaggiando la cultura contadina del luogo, Monumento al Contadino, costruito assemblando pezzi di aratri e altri attrezzi agricoli. Salvatore ASTORE crea, nella piazzetta davanti al comune, Volta cranica, una scultura in acciaio a forma di calotta, di cui è facilmente riconoscibile la “fontanella”centrale. La luce che batte sull’acciaio, attiva metaforicamente gli impulsi della ragione.
Un giovanissimo Maurizio CATTELAN nel 1991, è intervenuto sul muro di un’abitazione di Via Cavour, con la sua firma scolpita nel cemento con tre “T”, che richiamano fortemente le tre croci del Golgota . Piero DORAZIO realizza l’opera Ad libitum, nel 1997 un mosaico perfettamente integrato, sulla sommità di una torretta per l’elettricità.
Nicola Samorì nel 2006, dipinge STUBBS: un’opera realizzata con tecnica mista non direttamente sulla parete, che rappresenta un’immagine equestre, tutt’altro che classica. Il cavallo realizzato su fondo scuro, sembra perdere i propri strati di carne, come se l’opera fosse stata lasciata alle intemperie per molti anni. Queste sono solo alcune delle opere visibili, attraversando le vie, le piazze e i giardini di Maglione!
Il Macam, durante l’anno ospita anche delle attività importanti come per esempio nel mese di Agosto gli studenti delle Accademie di Belle Arti di Italiane, si svolgono all’aperto a metà del mese per la durata di due settimane il Laboratorio per l’Affresco, conferendo ai partecipanti una nozione completa della tecnica pittorica. Collabora con la Città di Torino per il progetto Gran Tour e con il Comune di Maglione per numerose manifestazioni locali nel mesi estivi. Il 22 Settembre, San Maurizio, veniva fatta, fino a tre anni fa, anche una grande in cui tutti gli artisti venivano nuovamente invitati al paese e venivano inaugurate le nuove opere.
L’attività del museo, di cui attualmente è presidente Letizia Di Maio Corgnati, è in parte finanziata anche dalla Regione Piemonte.
E’ possibile inoltre per istituti scolastici, associazioni culturali e gruppi, nel corso dell’anno, prenotare una visita guidata.
NOTE PERSONALI
Il Macam è stato per me una vera scoperta! Un piccolo paese, unico nel suo genere, che raccoglie inconsapevolmente una numerosa collezione di opere. Esso è aperto ogni giorno dell’anno e come diceva Maurizio Corgnati visitabile a qualsiasi ora del giorno e della notte. I pochi fondi che esso raccoglie dalla Regione Piemonte e la mancanza di un biglietto d’ingresso, comporta alcune difficoltà all’associazione per il mantenimento delle opere.
Quasi ogni anno, viene aggiunta una nuova opera, dal 1985 ad oggi siamo arrivati a 171.
Maurizio Corgnati, quando iniziò il suo percorso culturale a Maglione, sua città natale, non puntò sulla capacità dei proprio compaesani di comprendere immediatamente il significato del Macam. Il suo obiettivo, oggi raggiunto, è stato quello di rendere quotidiano l’ingresso dell’arte nella vita di tutto i giorni, senza essere invasivi. Ecco il perché del Museo all’aperto di Maglione:
“I bambini di un tempo sono cresciuti in mezzo ad immagini piene di mucche, pecore e di ruscelli e ancora nani conigli e fate; i bambini futuri di Maglione avranno gli occhi piene di queste immagini che stanno sui muri delle loro case; e queste immagini per noi così impenetrabili, per loro saranno naturalmente le più famigliari e affettuose ”.

Categories Museo all'Aperto, Parchi | Tags: | Posted on gennaio 14, 2011

close window

Service Times & Directions

Weekend Masses in English

Saturday Morning: 8:00 am

Saturday Vigil: 4:30 pm

Sunday: 7:30 am, 9:00 am, 10:45 am,
12:30 pm, 5:30 pm

Weekend Masses In Español

Saturday Vigil: 6:15pm

Sunday: 9:00am, 7:15pm

Weekday Morning Masses

Monday, Tuesday, Thursday & Friday: 8:30 am

map
6654 Main Street
Wonderland, AK 45202
(513) 555-7856