Tesi header image

Fiumara D’Arte

L’idea della Fiumare d’Arte nacque dall’idea di Antonio Presti (già collezionista di opere d’arte contemporanea) che nel 1982 , scosso dalla scomparsa del padre, decide di dedicargli un monumento rivolgendosi allo sculture Pietro CONSAGRA.Presti vuole condividere questo fatto donando la scultura alla collettività.
L’opera dal titolo La materia poteva non esserci, venne collocata alla foce delle Fiumara di Tusa, al di sotto dei giganteschi piloni dell’autostrada, venne inaugurata il 12 Ottobre del 1986, data che coincide con l’annuncio del museo a cielo aperto, tra il consenso del sindaco e del comprensorio .
Il Sindaco di Tusa inviò su segnalazione della Soprintendenza di Messina la sospensione dei lavori. Mentre Antonio Presti aveva già contattato lo scultore Paolo SCHIAVOCAMPO il quale progettò un’opera dal titolo Una curva gettata alle spalle del tempo, appositamente per il bivio tra una strada di campagna e quella per Castel Lucio; mentre pittore Tano FESTA elaborò Finestra sul mare, dedicata al fratello, Francesco Lo Savio. Nel 1988 Presti bandì un Concorso di Scultura, con una giuria internazionale, riservato a giovani artisti sotto i quarant’anni. Furono 55 i progetti proposti dagli artisti, tra i quali vennero scelti quelli di Antonio DI PALMA Energia Mediterranea e di Italo LANFREDINI e Labirinto di Arianna. L’anno successivo si aggiunsero le installazioni di Hidetoshi NAGASWA, Stanza di Barca d’oro, interrata per 100 anni e Arethusa, una decorazione in ceramica coloratissima posta sulla facciata della caserma dei Carabinieri di Castel Lucio, realizzata dagli artisti Piero DORAZIO e Graziano MARINI.
Le ormai numerose opere di Fiumara d’Arte, vengono poste sotto sequestro per abusivismo edilizio e furono avviati procedimenti giudiziari che diedero inizio ad una battaglia legale che durò 25 anni. Nel 1991 viene inaugurato l’Atelier sul Mare, un albergo sul mare di Castel di Tusa, con camere meravigliose camere- d’artista e non solo. Diverrà punto di partenza per la visita alla Fiumara e residenza per giovani artisti stranieri.
La Fiumara venne difesa da moltissimi artisti e intellettuali attraverso petizioni e richieste di intervento ai Beni Culturali. Un documento firmato da 3000 esponenti della cultura nel 1993 smuove l’Assessore Regionale ai Beni Culturali e Ambientali, Saraceno. Nel febbraio del 1994 la corte di Cassazione chiude la vicenda annullando tutti i provvedimenti legali, ma né Provincia, né Regione, né i Comuni interessati, si rendono conto della potenzialità culturale, sociale e turistica di queste opere e per molti anni le opere vengono lasciate al deterioramento delle intemperie.
Nel 2005, indignato decide di denunciare i sindaci e la Regione Sicilia, per incolumità civile e con un grande gesto di rifiuto, coprì con un enorme telo blu la finestra sul Mare di Armando Testa, scrivendoci: “Chiuso!”.
Finalmente nel 2006 il Presidente della Repubblica Carlo Azelio Ciampi insieme al Governo Regionale risposero all’appello e riconobbero ufficialmente il Parco di Fiumara d’Arte.
Nel Giugno del 2010, Mauro STACCIOLI crea l’ultima opera della collezione La Piramide 38° Parallelo. Il sito prescelto dall’artista per la sua titanica  piramide è  un’altura  nel territorio di Motta d’Affermo, le cui coordinate geografiche centrano la consistenza matematica del 38°parallelo.  Essa è stata realizzata in acciaio cor-ten e più che di piramide si più meglio parlare di tetraedro le cui facciate sono una diversa dall’altra.

OSSERVAZIONI PERSONALI

Fiumara d’Arte è un parco di scultura dalle caratteristiche particolari, soprattutto perché non è posto in un luogo ben delimitato. Le opere sono disseminate lungo la fiumara di Tusa e di Santo Stefano a diversi chilometri di distanza. Il punto di partenza per iniziare la visita delle opere di Fiumara d’Arte è l’Art Hotel Atelier sul Mare, un albergo museo d’arte contemporanea a pochi metri dall’azzurro mare di Castel di Tusa. Esso è caratterizzato da 20 camere progettate da artisti internazionali, visitabili esclusivamente al mattino. Entrando nella vivace hall dell’Atelier, anch’essa decorata da opere di artisti, è possibile richiedere tutte le informazioni per intraprendere il percorso di visita delle opere della Fiumara d’Arte e ricevere una brochure con la mappa da seguire.
La visita completa delle opere richiede circa una giornata, spostandosi in auto. E’ Consigliabile la partenza in mattinata, poiché parte delle opere sono raggiungibili attraverso sentieri non asfaltati, in alcuni punti molto stretti e in ogni caso, poco agibili quando cala la luce del giorno. Alcune di queste strade non sono segnalate in modo efficace: occorre dunque seguire con calma e attenzione le indicazioni.
Le opere ,realizzate da importanti artisti nazionali ed internazionali, sono veramente di notevoli dimensioni, ambientate in diverse tipologie di paesaggio: una spiaggia, un promontorio sul mare, grandi radure, la città.
Un percorso assolutamente unico in Italia, con panorami veramente eccezionali.
Nel Giugno del 2010, Mauro STACCIOLI ha creato l’ultima opera della collezione La Piramide 38° Parallelo. Il sito prescelto dall’artista per la sua titanica piramide è un’altura nel territorio di Motta d’Affermo, le cui coordinate geografiche centrano la consistenza matematica del 38°parallelo. Essa è stata realizzata in acciaio cor-ten e più che di piramide si può meglio parlare di tetraedro, le cui facciate sono una diversa dall’altra.

Categories Museo all'Aperto, Parchi | Tags: , | Posted on gennaio 10, 2011

close window

Service Times & Directions

Weekend Masses in English

Saturday Morning: 8:00 am

Saturday Vigil: 4:30 pm

Sunday: 7:30 am, 9:00 am, 10:45 am,
12:30 pm, 5:30 pm

Weekend Masses In Español

Saturday Vigil: 6:15pm

Sunday: 9:00am, 7:15pm

Weekday Morning Masses

Monday, Tuesday, Thursday & Friday: 8:30 am

map
6654 Main Street
Wonderland, AK 45202
(513) 555-7856