Tesi header image

Fattoria di Celle

La collezione di Giuliano Gori a Celle, è la più importante collezione d’arte contemporanea all’aperto in Italia. Per gli amanti dei Parchi di Scultura è un luogo assolutamente da non tralasciare. Il termine “Arte Ambientale”, è stato praticamente coniato per questa collezione in cui l’artista, realizza un opera site- specific pensata per quel determinato luogo e che senza di esso perderebbe totalmente di significato.
Il rosso minio dell’opera, Il Grande Ferro di Alberto Burri (1986), segnala l’ingresso del parco, lungo la via Montalese a pochi minuti da Pistoia ed introduce le numerose installazioni all’interno del Parco. Dopo aver oltrepassato il cancello d’ingresso e aver percorso qualche minuto di strada in salita, ci ritroviamo ai piedi della villa, la cui terrazza- giardino si affaccia su un incantevole paesaggio collinare in cui si intravede la città di Pistoia.
La Collezione Spazi d’Arte oggi è composta da circa 70 opere d’arte ambientale, di cui quaranta all’esterno e circa trenta, sono ospitate all’interno della villa. L’accompagnatrice in questo lungo percorso, immerso tra Arte e Natura, è la curatrice Miranda McPhail, organizzatrice e guida del parco dal 1988, insieme a Giuliano Gori.
Il punto di ritrovo per la visita è nel giardino all’italiana nei pressi della villa. Qui si notano subito immersi nel grande prato, alcune opere della collezione storica di arte moderna di Gori. Nomi importanti come Marino Marini, Giò Pomodoro, Pietro Cascella e molti altri, fanno parte del gruppo scultoreo di Arte Ambientata: con questo termine vengono così distinte quelle opere nate in un luogo altro e poi ricollocate in uno spazio più adatto.
Dopo una breve ma fondamentale introduzione sulla storia del parco da parte della guida, inizia la visita di circa 4 ore, sarà un continuo mutare di paesaggi e vedute:i sentieri nel bosco, grandi prati e aree agricole fino a ritornare al giardino all’italiana. Le numerose opere sono per lo più di notevoli dimensioni, con le quali è possibile interagire con discrezione. Qui la storia del luogo, rappresentata per lo più dalle architetture Ottocentesche presenti nel parco (Casina del Tè, la Voliera, il Mausoleo), si fonde con la modernità delle opere d’arte, creando così uno scambio di energia reciproca. Le opere, che non sono legate da nessun filo conduttore, non invadono la natura del luogo ma cercano di interagire con essa.
I temi per lo più trattati dagli artisti sono riflessioni personali sulla storia, sui percorsi, sulla natura e in particolare il parco stesso.

Categories Parchi, Parco d'Arte Ambientale | Tags: , , | Posted on gennaio 12, 2011

close window

Service Times & Directions

Weekend Masses in English

Saturday Morning: 8:00 am

Saturday Vigil: 4:30 pm

Sunday: 7:30 am, 9:00 am, 10:45 am,
12:30 pm, 5:30 pm

Weekend Masses In Español

Saturday Vigil: 6:15pm

Sunday: 9:00am, 7:15pm

Weekday Morning Masses

Monday, Tuesday, Thursday & Friday: 8:30 am

map
6654 Main Street
Wonderland, AK 45202
(513) 555-7856